Annunci di Lavoro

L'Esterno di San Petronio

Le Porte della Chiesa di San Petronio

La Chiesa di San Petronio è un sublime esempio d'architettura gotica celebre, oltre che per le sue impoenenti dimensioni che la rendono la sesta in Europa per grandezza, anche per la suggestiva facciata.

La facciata presenta indubbie pecualirità: quella più evidente a tutti è il contrasto tra la parte inferiore rivestita in pregiato marmo, mentre in quella superiore è perfettamente visibile il laterizio che avrebbe dovuto accogliere le successive decorazioni.

L'opera rimasta incompiuta è entrata nel cuore dei bolognesi e dei turisti che si pongono numerose domande sull'originale facciata, così peculiare da non essere mai stata terminata, nonostante siano le diverse proposte avanzate  in merito nel corso del tempo,

Al di là della parziale incompiutezza, la faccaita di San Petronio è d'indubbio pregio artistico, con portali incantevoli realizzati da grandi maestri d'arte.

La Porta Magna, il grande portale centrale, si fregia delle sculture di Jacopo della Quercia, artista senese che tra il 1425 e il 1434 prestò il suo genio alla città di Bologna.

Jacopo della Quercià ornò, infatti, il portale della Basilica con un ciclo scultoreo che racconta storie bibliche, le quali scorrono sui pilastri, mentre l'architrave ospita episodi tratti dal Nuovo Testamento e la Madonna con Bambino campeggia sulla lunetta.

Anche la Porta Magna non è stata completata, mentre i due portali laterali hanno beneficiato dell'opera di divesi artisti del Cinquecento, i quali hanno operato per accrescere la magnificenza della Chiesa che si affaccia su Piazza Maggiore.